Home / Recensione / Sharkoon TG4M RGB. Recensione

Sharkoon TG4M RGB. Recensione

Il case all’interno

Rimuovendo le due paratie accediamo alle due zone d’interesse.

Sul retro troviamo leggermente decentrato sulla sinistra il controller Led con già collegati i vari cavi. Dovrete giusto collegare i 4 Pin per l’alimentazione delle ventole e il connettore per il controllo dei Led sulla scheda madre.

Sono molteplici le zone passa cavo a vostra disposizione, queste e un poco di fascette vi aiuteranno ad ottenere un risultato pulito.

Passando sul frontale accediamo ad una zona completamente aperta, vista la mancanza del copri PSU. Da un certo punto di vista questo vi permetterà di non avere ostacoli per il vostro flusso d’aria.
Se installerete una grossa scheda video questa non finirà a filo con il copri PSU, quindi da un certo punto di vista si riuscirà ad ottenere un riciclo dell’aria più efficiente.

Certo che a livello visivo il copri PSU nasconde una delle componenti meno belle del mondo PC. Il reparto storage, i cavi e il PSU di solito sono molto più belli se non si vedono.

Indice