Home / Recensione / Sharkoon VS9 RGB. Recensione

Sharkoon VS9 RGB. Recensione

Il case all’interno

La parte più interessante, come per tutti i case, è ovviamente l’interno. Piccola parentesi sul vetro temperato troviamo una struttura di rinforzo in metallo che ne permette il bloccagio.

Rimosso il vetro troviamo il nostro grosso copri PSU che copre interamente il fondo del case. Questo oltre a permetterci di gestire cavi e PSU ci lascia lo spazio giusto per inserire un eventuale radiatore montato nella zona frontale.

Sul copri PSU il produttore ha inserito due slitte per dischi da 2.5 pollici. Queste possono essere montate anche sul retro della piastra della scheda madre. Altri due li troviamo sulla destra della piastra della scheda madre. Lo storage si conclude con una slitta per due HDD da 3.5 pollici posta sul retro.

Il produttore ha inserito dei fori passa cavo nelle zone nevralgiche del nostro case.

Il retro.

Come detto in precedenza osservando la piastra della scheda madre possiamo trovare gli alloggi per i dischi da 2.5 pollici e 3.5 pollici. Questa tipologia di storage però sta lentamente scomparendo sui PC di ultima generazione. Questo perchè l’interfaccia M.2 sta diventando sempr e più economica e veloce. Ma visto che tutte le slitte possono essere rimosse poco male, meglio averle.

Sul fondo del copri PSU troviamo quello che è l’alloggio del nostro alimentatore. Il fondo è forato cosi da permettere alla ventola del PSU di attingere all’aria fresca dal fondo del case.

Il frontale.

Questa zona è molto semplice da pulire, la copertura in plastica si rimuove in un attimo e si accede alle ventole e al filtro anti polvere.

Indice

In Live su Twitch! Offline su Twitch.