Home / Recensione / SilverStone Kublai KL06 Micro-ATX Case Recensione

SilverStone Kublai KL06 Micro-ATX Case Recensione

Case in funzione

Eccoci finalmente all’assemblaggio, non aspettavo altro…

Iniziamo dall’alto.
Rimuovendo il top del cabinet, fissato con 6 viti, abbiamo accesso al vano per l’alimentatore ed ai due bay 5,25″. Facilissima l’installazione dell’alimentatore e del lettore con le viti in dotazione, eccezionali le asole passacavi e lo spazio nel retro del case per sistemare i cavi al meglio.

IMG_5264 IMG_5265

Nel cestello si installano con facilità SSD e drive da 2,5″, semplicemente spingendoli negli appositi vani tool less. Sotto al cestello è presente un vano per un drive da 3,5″, l’installazione avviene tramite viti dal fondo del case. Ricordiamo che il cestello ed il vano sotto, sono bloccati con viti e vi è la possibilità di posizionarlo leggermente avanzata, permettendo l’installazione di un radiatore da 240mm sul frontale.

IMG_5267

IMG_5266

Nella parte alta è possibile montare un’SSD con l’apposito adattatore e, se non necessario, rimuovere il cestello per i 6 drive da 2,5″, ampliando lo spazio interno e favorendo il flusso d’aria in immissione. Anche con il cestello è possibile montare schede grafiche lunghe e con backplate, in questo caso una 270X Toxic della Sapphire da 315mm.

IMG_5271

I vari accorgimenti ed una progettazione degna di nota, favoriscono un cable management perfetto ed un assemblaggio facilitato. Ogni spazio è sfruttato nel modo giusto e non abbiamo incontrato difficoltà.

IMG_5269

Sul retro da segnalare l’ottimo sistema di fissaggio dei 4 slot di espansione, tutti con viti e coperchio forato.

IMG_5270

Il frontale mantiene il suo aspetto sobrio e lineare con l’aggiunta di un lettore ottico.

IMG_5272

Assemblaggio perfetto, niente da segnalare. Sarebbe stato interessante avere la versione finestrata per mostrare il risultato finale dell’interno, ma sicuramente il risultato sarà eccellente anche nella versione Window.

Indice