Home / Recensione / TEAC UD-501

TEAC UD-501

Conclusioni

DSCN9716

Il costo attuale si è abbassato grazie all’ingresso della nuova serie 503 e si attesta sui 600-650 euri. Già prima era un DAC assai competitivo, ora lo è ancora di più mantenendo un significativo vantaggio tecnologico su concorrenti anche più blasonati (DSD anche se non di ultima generazione e 32bit 384kHz). TEAC affronta l’Hi-Fi in un modo che alcuni definiscono giapponese, personalmente lo definisco serio e scientificamente sostenibile. Indipendentemente dalla lucina e dal vezzeggiativo l’UD501 suona bene e convince, offrendo in aggiunta caratteristiche che anche se sono passati 3 anni dalla sua uscita non sono certamente sorpassate. Sicuramente è migliorabile (chi al mondo conosce un qualcosa di perfetto è pregato di chiedersi se ciò non sia solo un fatto psicologico appagante) e il 503 promette molto in questa direzione.
In essenza l’UD501 è un prodotto ben fatto, e ben progettato; un DAC che sicuramente dice la sua nel panorama Hi-Fi e che continuerà a dirla ancora per un po’ di anni. Un DAC che fa della naturalezza e della trasparenza le sue qualità principali per la musicalità.

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

ConclusioniCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …