Home / Recensione / Technics ST-C700

Technics ST-C700

Descrizione

st-c700 inside

BUNDLE

Il bundle è composto da:

un cavetto digitale coassiale (che potrete usare o sostituire con uno migliore)

un cavo di alimentazione di sezione minimale, ma ancora utile con l’ST-C700 che ha un consumo veramente risibile.

Un telecomando, utile a tutta la serie C700, ma anche se prenderete un solo componente si rivelerà altrettanto utile.

st-c700 dac

MATERIALI

I materiali sono di ottimo livello si ha un doppio case in solido alluminio al fine di prevenire rumori dovuti a vibrazioni; sul frontale presenta un pannello in materiale plastico che simula il cristallo (se lo fosse stato si dovrebbe pagare 400 euro in più solo per l’estetica).

I pulsanti sono di tipo touch e ciò previene l’usura del classico pulsante.

DRIVER

I driver sono univoci per tutta la serie C700 sono indipendenti dal componente, funzionano bene e sono stabili.

DESCRIZIONE

st-c700 inside 1

In primis come sempre eccovi il link al produttore: http://www.technics.com/it/prodotti/serie-premium-class-c700/network-audio-control-player-st-c700.html

Come si può notare Technics ha inserito molte tecnologie su questo prodotto; la maggior parte di esse sono inerenti l’eliminazione di rumori indesiderati.

In primis abbiamo un’Architettura Digital Noise Isolation che serve per eliminare qualsiasi fonte di rumore esterno al segnale: si ha così un jitter remover e filtri su ogni tipo d’ingresso.

Inoltre anche l’alimentazione è fonte di distorsione, perciò Technics ha sviluppato ulteriormente la sua tecnologia di funzionamento a batteria virtuale, ottenuta tramite l’uso di condensatori.

In aggiunta, considerando che anche i circuiti stessi sono fonte di rumore, vi è il funzionamento ottimizzato dei circuiti così da eliminare non solo consumi inutili, ma anche rumori inutili.

Il segnale d’uscita preferenziale è il segnale digitale coassiale, il Murata DA101JC si occupa della trasformazione in impulsi SPDIF con una circuiteria che vede l’uso di compenenti discreti. Il chip in questione permette anche di isolare il segnale dai tipici disturbi di alimentazione.

Tuttavia sono presenti anche un’uscita digitale ottica ed un’uscita analogica. Quest’ultima è gestita dal DAC di Texas Instrument PCM1795 con doppio clock, componentistica discreta per lo stadio di conversione I/V ed in uscita uno stadio di filtro gestito dall’ottimo LME49720 sempre di Texas Instrument.

L’uscita analogica è solo di tipo RCA sbilanciata, si può registrare la mancanza dell’uscita bilanciata, ma è difficile che chi usi un impianto bilanciato vada a comprare un lettore di rete e lo vada a sfruttare come DAC, non può così essere considerata una vera mancanza, senza considerare il fatto che il segnale bilanciato necessita di più spazio e più componenti.

Il cuore logico è invece un processore SHARC di Analog Device coadiuvato da un SMSC USB3343 e da un Cirrus Logic CS8406, che gestiscono in diversa maniera i segnali.

Tra gli ingressi si possono annoverare un ingresso Bluetooth con cui connettere i propri dispositivi mobili, anche android dato che l’ingresso USB di tipo A posto sul frontale utile con chiavette USB è utilizzabile da dispositivi mobili a marchio Apple (questo a nostro avviso è un difetto dato che Apple non è l’unica marca presente tra gli smartphone e tablet che per lo più usano Android).

Vi è inoltre la possibilità di ascoltare radio FM o DAB+, elemento invece di attenzione ad una fascia di compratori a cui piace ascoltare la radio, a tutti quelli che lo vedono come un qualcosa di inutile ricordo che la radio è uno strumento di informazione anche musicale troppo potente per poter essere dimenticato o relegato al passato (e i numeri di ascolto mi danno comunque ragione).

Infine vi è la tecnologia Technics di Hi-Resolution Re-Mastering che in essenza è un upsampling del segnale digitale, ma privo di difetti sonici (che comunque data la componentistica ci si aspettava) e svolto in modo differente dagli altri upsampler, caratteristica apprezzabile qualora si usi un amplificatore full-digital come il SU-C700 proposto da Technics, ma anche all’interno di un qualsiasi altro impianto.

I formati accettati sono i più vari, ma quelli legati all’alta qualità sono tutti presenti, inoltre legge fino a 32bit/192kHz e DSD 2.8 e 5.6.

st-c700 bus conditioner

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

DescrizioneCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …