Home / Recensione / Viper V380 7.1 Headset RGB. Recensione

Viper V380 7.1 Headset RGB. Recensione

Il Prodotto sotto analisi

Le dimensioni del prodotto sono generose, da subito appena le prenderete in mano vi sembreranno più grandi rispetto a tantissimi altri modelli.

Questo perché aver progettato un prodotto con padiglione rettangolare ha portato ad avere dei “rettangoli” che coprono interamente le orecchie. Da questo punto di vista infatti, una volta indossare non avrete il problema del padiglione che vi urta alle orecchi, qualsiasi sia le dimensioni delle vostre.

L’archetto utilizzato ha una superficie curata e quella che andrà in contatto con la nostra testa è veramente difficile. Si tratta di un prodotto che pesa circa 300 grammi, quindi non tra i più leggeri sul mercato, ma bilanciato bene. Quindi anche dopo una sessione da un ora non ho mai sentito il “fastidio” di indossare le cuffie. L’archetto sorregge e bilancia il prodotto e i due padiglioni applicano una pressione giusta alle orecchie.
Capita spesso di trovarsi difronte a cuffie che non stringono per nulla o ad alcune che stringono troppo. In questo caso, almeno per la grandezza della mia testa, la pressione è giusta.

Sul padiglione sinistro troviamo due tasti, uno per la gestione dell’illuminazione RGB e l’altro per silenziare il microfono. Sempre in questa zona è presente una rotella che gestisce il volume degli headset, questo è separato dalla gestione del volume del sistema.

Inserire il microfono è una operazione semplicissima così come rimuoverlo. Se siete soliti giocare da soli non vi servirà montarlo, ma se siete amanti di Gaming Online lo troverete decisamente utile.

 

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

Il Prodotto sotto analisiCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi …