Home / Recensione / Zorloo ZuperDAC

Zorloo ZuperDAC

Recensione

DSCN9636
MUSICA
Se c’è un fatto che si capisce nell’immediato è che lo ZuperDAC al costo di 70 dollari appare come un prodotto assai interessante, soprattutto per coloro che gradiscono un basso leggermente più presente.
Ho parlato di bassi, partiamo con la veloce descrizione delle varie fasce di frequenza.
Bassi presenti e ben corposi, che tendono a porsi in leggero predominio all’attenzione dell’ascoltatore, non eccessivamente articolati e talvolta leggermente sbrodolanti, bisogna però arrivare da DAC più perfezionati per accorgersene, e soprattutto essere dotati di un sistema assai rifinito, in poche parole bisogna essere in quella fascia di ascoltatori a cui il ZuperDAC non si rivolge.
Medi interessanti ben articolati e presenti dotati di un livello di dettaglio interessante, che mantengono una buona naturalezza di riproduzione.
Gli alti sebbene siano ben riprodotti ed estesi non portano con sé un livello di dettaglio estremo a causa soprattutto della fase non lineare in questa banda.
Con cuffie di un certo livello (dai 100-150 in su, ma sempre Hi-Fi) è da notare come la mancanza di voltaggio si traduce in una certa scarsità di dinamica del suono, ma tutto ciò si risolve con un amplificatore.

VIDEORECENSIONE


USO IN MOBILITA’
Non posso soffermarmi a lungo con l’uso in mobilità dato che l’unica mobilità provata è stata portarmela appresso per un paio di volte da amici. Non posso fare un report sull’interfacciamento con Android, ma le dimensioni la rendono a tutti gli effetti un DAC comodissimo da portarsi appresso, tuttavia non è presente un cappuccio per l’attacco USB e a livello di design e comfort è l’unica negatività presente.

USO IN GAME
Da quanto ho compreso monta un interfaccia USB della Matrox, ma sebbene su Windows sia presente un surround virtuale fornito da Microsoft, Zorloo non ne conferma il funzionamento, dal mio personale punto di vista di utilizzatore invece al netto delle prove sebbene abbia si ottenuto un blue screen le altre volte non ho rilevato alcun problema se non legato al prodotto Microsoft e quindi indipentente da Zorloo.
Tuttavia può pur sempre essere usato in stereo puro, e si rivela in game all’altezza delle migliori schede audio presenti sul mercato, senza surround virtuale in cuffia non risulta idoneo negli FPS in cui il posizionale è di fondamentale importanza, in tutti gli altri giochi fa il suo sporco lavoro donando un audio immersivo e piacevole.

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

RecensioneCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …