Home / Recensione / Be Quiet! Dark Base Pro 900 Orange Rev.2: cosa altro si può volere da un case?! Recensione

Be Quiet! Dark Base Pro 900 Orange Rev.2: cosa altro si può volere da un case?! Recensione

Introduzione

Signori e signore oggi a finire sotto i nostri test, o a finire noi dentro di lui, è il Be Quiet! Dark Base Pro 900 Orange Rev.2. Un nome lungo ma che sicuramente dovrete tenere ben a mente perchè questo non è un semplice case, è un opera d’alta ingegneria capace non solo di soddisfare un poco tutto quello che vi potete aspettare da un case ma anche molto di più.

Ora voi penserete che stiamo esagerando, si parla sempre e comunque di un case che costa 250 euro, che non sono per nulla pochi. Con tali cifre è possibile comprare due buoni case. Beh se vi dicessimo che in realtà lo state facendo? E che nel farlo vi assicurate un prodotto che ha un altissimo livello costruttivo, controller fan e led, caricabatterie wireless, un enorme vetro temperato e un copri PSU modulare.

Non vi abbiamo ancora convinti che non stiamo esagerando? Passiamo alla prossima immagine. Il case quando vi arriverà sarà montato come ogni classico case, dissipatore della CPU in alto e PCI in basso, ma con un pò di lavoro potrete cambiargli orientamento COMPLETAMENTE.

Il case infatti permette di invertire la piastra della scheda madre, spostando completamente la componentistica di 180 gradi! In pratica parliamo di un prodotto che è stato pensato in ogni centimetro per essere super modulare! Vi assicuriamo che questa operazione è abbastanza faticosa da progettare.

Prima di procedere con le prossime immagini vi lascio questo video, dategli un occhiata.

Indice