Home / Recensione / Recensione RX 480 Nitro by Sapphire

Recensione RX 480 Nitro by Sapphire

Galleria fotografica

Andiamo a scoprire la VGA, di certo il modello Nitro è stato il più atteso tra le varie Custom. La confezione porta il classico robot, con le indicazioni del modello e della quantità di Vram di cui la scheda è dotata.

20160727_153442

Sul retro troviamo l’elenco delle specifiche tecniche e le maggiori features del modello.20160727_153451

Il Bundle contiene il DVD di installazione e alcuni libretti di istruzione.20160727_153523

IL dissipatore è protetto da una plastica, durante l’attesa molti fan avevano descritto il nuovo design “a grattugia” ma sono felice di smentirli, la VGA ha un design accattivante e ben curato.20160727_153607

Tutte le uscite video sono fornite dei tappini per evitare l’entrata di polvere.20160727_153615

Leviamo la plastica produttiva ed ammiriamo un design semplice ed elegante, che però da tempo  come tutti i prodotti Sapphire si contraddistingue per la qualità e la cura di ogni particolare.20160727_153653

20160727_153658

20160727_153704

20160727_153711

La scritta sapphire è munita di LED, e troviamo due pulsanti, uno dei quali è dedicato alla gestione di questo.

20160727_153755

20160727_153722

20160728_102740

20160728_102809

La scheda è munita di un unico connettore da 8 pin, risolvendo i problemi di alimentazione ( poi risolti via driver ) del modello reference.

20160727_153731

20160727_153735

Il secondo tastino è quello dedicato allo switch del bios.20160727_153747

Il backplate è molto curato e accattivante, adatto a tutte le configurazioni. Nella mia Bianca ci sta perfetta 🙂20160727_153806

Altri dettagli del BP, la parte forata serve a far uscire l’aria calda verso l’alto per sfruttare il normale moto dell’aria calda che tende a salire, questa sembra una cosa da poco ma non lo è, cosi facendo l’aria calda invece di ristagnare nel case come succede con la maggior parte dei modelli custom, viene spinta verso l’alto dove la maggior parte dei case è fornito di ventole in espulsione.20160727_153815

20160727_153824

Il dissipatore nei dettagli.

Ora vediamo di rimuovere il dissipatore per scoprirne di più, cominciamo dal BP, come già detto rimuovendo 5 viti questo e la scocca con le ventole vengono via facilmente, per facilitare appunto la pulizia della scheda. IL Bp non è solo puramente estetico ma serve per dissipare anche esternamente i VRM.

20160727_154325

Le ventole fornire da Sapphire sono di ottima fattura, di diametro di 95mm e secondo quanto indicato dal produttore sono il 10% più silenziose.20160727_154337

20160727_154348

Le ventole sono concepite con la nuova tecnologia Nitro Free Flow. Link al produttore per tutte le altre interessanti informazioni.

20160727_154358

Da un primo sguardo notiamo subito che il dissipatore distribuisce il calore prodotto dalla VGA, dalle memorie e dai VRM in modo uniforme lungo tutto il suo volume.

20160727_154413

Grazie a tre heat-pipe il calore prodotto dalla GPU e dalla Vram è distribuito al meglio.

20160727_154421

20160727_154437

20160727_154442

Tutti componenti più importanti sono a contatto col dissipatore, cosa non scontata.

20160727_154713

Piccolo dettaglio su come sia presente una piastra per i VRM, questa volta direttamente inclusa nel dissipatore. Vi ricordo che i VRM di solito sono il componente più caldo della scheda e soprattutto quello che fornisce l’alimentazione a GPU e Vram, quindi è fondamentale raffreddarlo.

20160727_154708

20160727_154659

Ecco la scheda completamente smontata.

20160727_155316

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

Galleria fotograficaUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa a PhysX …