Home / Recensione / ASROCK B365 Pro4, un chipset interessante. Recensione.

ASROCK B365 Pro4, un chipset interessante. Recensione.

Introduzione

Tra i tantissimi chipset che abbiamo provato ultimamente uno dei più particolari è sicuramente il B365, lo possiamo finalmente provare grazie ad ASRock che ci ha fornito la B365 Pro4. Il prodotto come vedremo è molto ben curato per essere una scheda madre che si trova sul mercato a circa 80 euro.

Uno dei particolari dei chipset B è sicuramente la frequenza delle ram che viene bloccata a 2666 Mhz, ovviamente non è possibile fare overclock sulla CPU e sulle memorie.

Che cosa cambia tra il chipset B365 e quello B360, il secondo è prodotto a 14 nm ma visti i problemi di intel nel coprire la domanda dei chip a 14 nm ha ricominciato a produrre chip a 22 nm. Il B365 è un chip a 22 nm, ma si tratta di un PCH kaby lake e non coffee kaby. E voi direte, è un passo indietro!

Ma non è cosi. Il chipset B365 vanta 20 linee PCI-E contro le 12 del 360, abbiamo più porte USB sul primo, ma perdiamo le USB 3.1 che invece sono supportate dal 360. Inoltre il B365 supporta diverse configurazione RAID, che non sono supportate dal 360. Perdiamo però il supporto wireless integrato, presente nel 360. Prestazionalmente non cambia nulla.

Andiamo a vedere come si comporta. Useremo un i9 9900K che ovviamente non potremo overcloccare e dei dischi optane.

 

Indice