Home / Recensione / Be Quiet! Dark Base Pro 900 Orange Rev.2: cosa altro si può volere da un case?! Recensione

Be Quiet! Dark Base Pro 900 Orange Rev.2: cosa altro si può volere da un case?! Recensione

Design ed Esterno

Da buon top di marca le dimensioni sono veramente grandi e per comprendere meglio questa cosa vi basterà continuare a guardare le varie foto. Una delle prime cose che abbiamo notato è che fondo, top e frontale sono chiusi. Questo di solito può essere un problema per l’air flow, ma il produttore ha pensato veramente a tutto, infatti come potete notare è presente una retina che segue tutto il bordo del case. Il 900 infatti ha una canalizzazione custom dell’aria offrendo la possibilità di montare 10 ventole anche dove non ve lo aspettate.

Il frontale a sportallino chuso è veramente molto bello da vedere con questo effetto laminato. Su questa zona troviamo anche la connettività.

Capita ogni tanto che qualche paratia laterale non finestrata porti delle novità, come in questo caso. Questo sportellino al centro permette al case di espellere aria anche da questa zona, ma saremo noi a decidere se tenerlo chiuso o meno.

Il retro del case presenta una particolarità che va citata, monterete il PSU all’interno di esso con una prolunga, mantenendo intatto il tema del case. Questa zona è modulare come un pò tutto il nostro case.

Per farvi comprendere le dimensioni ho realizzato questo scatto con una ATX dalle dimensioni generose.

Tutte le zone possono essere rimosse in pochi minuti di lavoro. Esternamente ogni zona ha una parte laminata molto ben curata. Citiamo una cosa importante, sul top troviamo il caricabatteria wireless, una chicca non da poco da sommare alle tantissime già citate.

Connettività.

Indice