Home / Recensione / MSI RTX 3060 Gaming X Trio. Recensione

MSI RTX 3060 Gaming X Trio. Recensione

Introduzione

msiLa situazione mondiale delle schede video non ha intenzione di cambiare e ci ritroviamo ad avere  una carenza totale di GPU di qualsiasi fascia e prezzo. Quindi uno dei fattori più importanti per giudicare una scheda video al momento è molto influenzato da questa situazione, per questo possiamo a limite valutare le performance relative al prezzo di listino comunicato dal produttore. Oggi a finire sotto la nostra batteria di test è la MSI RTX 3060 Gaming X Trio, la top di marca di MSI per questo chip.

Siamo difronte ad una scheda video che viene immessa sul mercato a 549 euro, con le performance relative di una RTX 2070, ma con ben 12 Gb di memoria Vram. Questa di dare cosi tanta memoria ad una scheda di fascia meno alta è sicuramente una mossa di mercato.

La MSI RTX 3060 Gaming X Trio è stata per tale motivo fornita di 12Gb di VRAM per combattere anche sulle specifiche con le radeon che invece sono state tutte lanciate con grandi quantitativi di RAM. La scheda ha una interfaccia a 192 bit, quindi la scelta era tra 6 e 12 Gb.

Abbiamo ben 3584 CUDA core attivi, 80% in più rispetto a quelli visti nella RTX 2060. Mentre per quanto riguarda i Tensor core sono 112 e 28 RT core, sono numericamente inferiori rispetto a quelli sulla RTX 2060 ma sono più efficienti.

La scheda nasceva con l’idea di dimezzare le performance in mining, ma da quello che abbiamo potuto accurare il blocco è durato meno del previsto.

 

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

IntroduzioneUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa a PhysX e …