Home / Recensione / Sharkoon Elite Shark CA300T. Recensione

Sharkoon Elite Shark CA300T. Recensione

Introduzione

sharkoonLa serie Elite di Sharkoon ha un nuovo re e si chiama Elite Shark CA300T, un bestione capace di ospitare schede madri con fattore di forma E-ATX. Il produttore tedesco si impegna sempre nel creare prodotti con design particolari e curati. Ma sempre con una grande attenzione alla qualità generale. La cura parte da fuori, la scatola che vedete era a sua volta contenuta in una scatola. Ma soprattutto siamo difronte ad un case che pesa più di 14 Kg, quindi dove il produttore non si è risparmiato ne nello spessore dei vetri temperati, ne tanto meno nello spessore delle lamiere.Il CA300T si trova sul mercato a 149 euro, vanta ben 4 ventole RGB in bundle e controller RGB che può essere interfacciato con MSI Mystic Light Sync, ASUS Aura Sync, Gigabyte RGB Fusion Ready e ASRock Polychrome Sync. Quindi un case pronto a qualsiasi scheda madre. Ma anche totalmente autonomo da software vari grazie al tastino posto vicino alla connettività. Il produttore lo ha portato sul mercato in due colorazione, nero e bianco, cosi da soddisfare una più ampia platea di utenti.

Il frontale è sicuramente un biglietto da visita particolare che contraddistingue questa proposta dalla concorrenza. Il produttore però ha lasciato la maggior parte della superficie forata, cosi da avere un ottimo flusso d’aria in entrata.

Indice