Home / Recensione / Viper V380 7.1 Headset RGB. Recensione

Viper V380 7.1 Headset RGB. Recensione

Introduzione

La linea Viper prende sempre più forza sul mercato di periferiche e memorie, offrendo prodotti curati e dedicati al gaming. Patriot ha sempre prodotto memorie d’ottima qualità e come tanti altri produttori ha deciso di lanciarsi anche sulle periferiche. Il primo Headset che proviamo è il Viper V380, prodotto con driver da 53 MM e illuminazione RGB. I padiglioni sono ergonomici e di grosse dimensioni, studiati per ospitare interamente le nostre orecchie. Il produttore ha creato un software dedicato al prodotto, lo vedrete nelle prossime pagine.Prima di addentrarci nella recensione vi facciamo notare la forma particolare e allungata quasi a rispettare la forma delle orecchie. Sul padiglione sinistro sono presenti i tasti per la gestione dell’illuminazione RGB, potrete con un click modificare l’illuminazione. L’altro tasto invece vi permetterà di disabilitare il microfono, oppure se preferite potrete direttamente staccarlo. La rotellina invece vi permetterà di gestire il volume.

Il prodotto utilizza interfaccia USB, quindi l’integrazione con il software è decisamente importante. Ma ne parleremo ampiamente nella nostra recensione. Prima di proseguire vi lasciamo il nostro video unboxing nel quale vi mostreremo anche l’illuminazione RGB.

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

IntroduzioneCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …